I geroglifici del ventunesimo secolo


Avete presenti quei simpatici disegni ritrovati nelle piramidi? Credo di poter immaginare il sentimento di smarrimento e stupore provato dai primi archeologi che tentarono di capirne il significato.. ma adesso per fortuna sembra non ci siano più segreti su ciò che quella popolazione così laboriosa tentò intelligentemente di tramandare alle future generazioni.
Piuttosto c’è qualche problema a capire cosa ha scritto qualcuno solo 20 anni fa.

C’era una volta la società informatizzata, il boom del compunting, la graduale sostituzione della carta con i sempre più avanzati sistemi computer che si sono susseguiti tra gli anni ‘80 fino ai nostri giorni.

Ebbene.. credo che se qualcosa non comincerà a cambiare, e rapidamente, nell’anno 3000 ci guarderanno tutti come dei FORSENNATI senza un minimo di intelligenza che oltre a bruciare e distruggere il mondo ambientalmente, abbiamo pensato bene di cancellare tutti gli avvenimenti e documenti di questi anni in cui viviamo, rinchiudendoli in stupidi formati voluti da certe multinazionali di cui non faccio il nome.

AD OGGI esistono, a quanto leggo SBALORDITO in giro per la rete, documenti di testo, banche dati, e altri documenti, divenuti ILLEGGIBILI a causa del formato PROPRIETARIO utilizzato a suo tempo per la loro creazione.
Programmi che magari adesso non esistono più, non sono più sviluppati..programmi che già oggi non girano sulle moderne postazioni pc.

Ma ci rendiamo conto di cosa stiamo facendo? Anche noi singoli cittadini di questo mondo virtuale, molto spesso ci andiamo a rinchiudere in gabbie tecnologiche molto discutibili.

Vedo molto spesso la presunzione di certa gente che come primo desiderio ha di installare sul proprio pc una bella copia di Office…ovviamente pirata. Perché noi Italiani oltre ad essere autolesionisti ci sentiamo pure furbetti.
Ma la gravità non si ferma alla presunzione di avere installato sul proprio pc il tanto conosciuto pacchetto Office…quanto l’utilizzo che magari poi se ne fa… credo che al 90 % delle persone che usa il pc per un uso normale, basterebbe WORDPAD per scrivere le proprie letterine.

Ma l’apoteosi della pazzia umana arriva al momento del salvataggio del documento.

File—> SALVA COL NOME—> FORMATO (Microsoft Word .doc)

Ecco..qui si configura la più grande pazzia umana. PERCHE’ UTILIZZARE QUEI DANNATISSIMI FORMATI CHIUSI?
Esiste un formato APERTO, certificato, riconosciuto internazionalmente. Si chiama ODT.
Il ragionamento si può estendere anche ad altri campi, come quello grafico…

E’ notizia di questi giorni la decisione della Puglia (e successivamente forse della Lombardia) di utilizzare i formati APERTI per la pubblica amministrazione.

Papiri, reperti archeologici, testi antichi, son tutti riusciti ad arrivare ai nostri giorni e siamo stati in grado di decifrarne le informazioni contenute.

Stiamo seriamente rischiando di non fare arrivare manco al 2100 i NOSTRI di documenti.

L’Associazione per il software libero si sta muovendo in questa direzione, rivendicando non solo l’utilizzo di formati aperti nella pubblica amministrazione, ma soprattutto l’adozione di software LIBERO SOPRATTUTTO nell’ambito della ricerca. I soldi dei contribuenti Italiani MERITANO di esser spesi per la ricerca e non per arricchire ulteriormente un monopolista assoluto. La conoscenza è un bene democratico.

Come al solito vi consiglio sempre: prima di rinchiudervi in una morsa di cui potreste pentirvi in futuro (credetemi, mi è capitato anche con miei documenti) valutate le varie opportunità. Non scegliete sempre la strada CHE SEMBRA piu’ facile.

Non chiudiamoci nella solita finta ignoranza. Credo che prodotti come OpenOffice, Gimp, Inkscape, ecc ecc siano ormai facilmente scaricabili ed utilizzabili da tutti. Meglio ancora passare ad un sistema operativo libero come GNU/Linux… ma questa è tutt’altra storia…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: